Shares

Il 2012 per me è stato un anno che definirei stupendamente intenso: un susseguirsi di difficoltà personali che sicuramente mi hanno fatto crescere, pensieri e preoccupazioni che in un micro-secondo spariscono se penso al #futurosemplice e ai tanti progetti che mi aspettano nel 2013. Quando il 18 giugno, giorno del mio compleanno, mi sono regalata questo blog pubblicando il primo post (sì, in effetti, sono proprio una poppante… ho solo 6 mesi!) non avrei mai potuto immaginare di ritrovarmi proiettata in un mondo grazie al quale quotidianamente guadagno in arricchimento personale e umano. Ogni evento, ogni tweet, o messaggio, ogni pin, ogni risata, ogni incazzatura (perché di cavolate se ne scrivono ehh) non è nient’altro che l’espressione di una persona che ha voluto comunicare con me, con la quale ho potuto confrontarmi e per questo vi sono grata. Per me, tutto questo rappresenta una miniera di energia pura, motivo di costante riflessione su idee, comportamenti, azioni.
Ricordate?

#futurosemplice è prima di tutto una filosofia e uno stile di vita che pone attenzione alle relazioni, alla persona che viene prima di essere un “semplice” account.

Ma come fare a ringraziare ognuno di voi?

Ragionavo su questo… Poi succede che qualcuno “per la fretta” inserisce le immagini senza seguire le regole in una board; che discuti con colleghi perchè “per la fretta” la loro lettura di un documento si era fermata solo ai titoli; “per la fretta” oggi ho inviato un sms al contatto sbagliato; più banalmente “per la fretta” ieri sono uscita dalla palestra e mi sono scordata il cappello… Insomma: la nostra caotica vita, l’essere in un posto e già immaginarci altrove, gli stessi social media che in effetti ci permettono di fruire e condividere molte informazioni che spesso “per la fretta” si leggono velocemente (o superficialmente?). Ecco allora, presi dai nostri impegni e dalle nostre frenetiche vite, cosa posso augurare a voi (e a me stessa) per Natale?

Vi auguro tempo di qualità… tempo alla #futurosemplice!

futurosemplice rosa Giuffrè

…tempo per fermarvi, per rallentare, tempo da dedicare a voi stessi, alla vostra famiglia, ai vostri amici, a vostra moglie o marito, al vostro fidanzato o fidanzata, ai vostri figli, ai vostri genitori, tempo per godere di una bella risata, tempo per leggere quel libro ormai impolverato che hai sulla mensola e che da troppo tempo rimandi, per pensare, per camminare o correre, tempo per fare i biscotti che cucinavi insieme a tua nonna da piccolo, tempo per imparare il giapponese perchè quando farai il viaggio della tua vita vuoi essere preparato, tempo per lasciare tutto e zaino in spalla passare un week end all’avventura, tempo per la fiducia, tempo per pensare (veramente) con la propria testa, tempo per non giudicare, tempo per scendere dai piedistalli, tempo per imparare a sporcarsi le mani, tempo per apprezzare il passato, tempo per godere del silenzio, tempo per pregare e riflettere, tempo per credere nel proprio cammino, tempo per immaginare il proprio futuro… semplice!

Grazie
Rosa

Shares