Shares

La news di oggi è questa, sembra proprio che siamo arrivati alla svolta: in Italia Instagram batte Facebook nelle preferenze di utilizzo.
L’indagine fatta dall’agenzia «Found! Story Engagement Factory» per conto dei Macchianera Internet Awards (il cui sito, per tua info, riporta tutti i dati completi della ricerca) rivela che su un campione di 2.500 italiani tra i 16 ed i 65 anni il social network preferito sia Instagram col 62% di preferenze, a seguire Facebook col 55%, Youtube 48%, Twitter 32%, Pinterest col 25% che piano piano si sta rifacendo strada e infine Snapchat col 22% di preferenze.

Perché Instagram batte Facebook? Perché ‘non richiede un’attività costante’

Secondo questa ricerca è la facilità di utilizzo il motivo di questo sorpasso oltre che l’inserimento delle famose ‘stories’ che hanno permesso a tutti gli utenti di trasformare il propri account in un vero e proprio storytelling della propria vita quotidiana. Moda, fashion, musica, l’opportunità di connettersi facilmente con persone di tutto il mondo o di seguire la vita just in time di VIP (o presunti tali) hanno certamente inciso, ma tra tutti i dati quello che mi ha fatto più riflettere è questo: Instagram batte Facebook perchè, secondo il 47% delle persone, non richiede un’attività costante. 

Credo che il mio amico social e grande esperto di Instagram Francesco Mattucci (alias @Iena70 su Instagram… e andate a visitare il suo profilo!) si sia messo semplicemente a ridere. Ho fatto un corso intensivo con lui per capire cosa si nasconde dietro il successo di un vero Instagrammer (dico così per evitare di polemizzare sui vari pseudo-influencer ‘acquista followers’) e, se c’è un elemento essenziale richiesto a chi utilizza questa piattaforma in modo corretto, professionale, per avere risultati nel tempo è proprio la costanza, l’attenzione alla qualità delle foto e la perseveranza nelle pubblicazioni. Allora come interpretare questo dato?

Instagram batte Facebook… perché ci siam rotti di leggere cavolate?
(ed è un social #nolink!)

Drastica? Forse… ma seguimi nel ragionamento.
Instagram, di fatto è un social network visuale. Pratico, veloce: scatti, elabori l’immagine, pubblichi… è l’immagine che parla. Inserisci una breve descrizione gli hashtag corretti (su questo bisognerebbe aprire delle grandi parentesi, ma non è questo il post) se vuoi geolocalizzi quella foto: insomma tutto molto semplice.
Ma ancora di più: non permette ricondivisioni facili (sì ok esiste il repost, ma è un meccanismo non automatico della piattaforma, quindi più difficile da applicare); c’è un limitato (se non nullo) pericolo di condividere notizie d’impulso (quindi anche fake news), azioni spesso dettate dal sensazionalismo che molti titoli o immagini propongono; i video durano al massimo 1 minuto (il che ne limita anche l’invasione alla quale ultimamente stiamo assistendo).

Insomma: oltre agli aspetti tecnologici e pratici, credo che dietro a questa scelta ci sia qualcosa di molto più profondo.

  • Le persone leggono poco (e dirvelo su un blog fa forse sorridere, ma è così), ma sono spesso vanitose e amano sapere che ‘X’ persone hanno visto quella foto o quel video (questo è uno dei motivi del successo delle stories)
  • Ci siamo tutti stancati di leggere notizie false, tendenziose, con titoli ‘urlanti’ e aggressivi e che puntano solo al clickbaiting 
  • Il tono di voce di molte discussioni in gruppi e community pubbliche spesso va oltre la corretta Social Education e in modo istintivo siamo arrivati a rifiutare questo modo di (non) comunicare
  • Ci piacciono le cose belle, l’uomo cerca ‘il bello’ in ogni sua forma, spesso anche in modo inconscio e cosa c’è di meglio di una bella immagine, di un bel profilo?
  • Instagram appassiona, ma non coinvolge troppo la sfera personale: ha quel limite tra il ‘ti seguo’, ma non ti stresso che sembra essere il giusto equilibrio per abitare i social (senza considerare l’opportunità di creare anche un profilo totalmente privato).

L’evoluzione è costante e in atto. Certamente sarà interessante capire come si svilupperà la piattaforma nel prossimo futuro considerando che Facebook ha anticipato le nuove implementazioni che puntano alla realtà aumentata… Ad oggi abbiamo solo una certezza, Instagram batte Facebook 1 a 0… ma  in un modo o nell’altro c’è sempre un solo vincitore ed è sempre lui, Mark  Zuckerberg.
E tu? Concordi con questa ricerca? Ultimamente stai usando più spesso Facebook o Instagram? Perché? 😉

 

Ph cover: shutterstock 

Shares