Shares

Negli ultimi 4 anni il giorno del mio compleanno sono successe sempre cose meravigliose: dall’apertura del mio blog, all’apertura della partita Iva (sì, nonostante tutto lo reputo una cosa meravigliosa perché è stato l’ennesimo cambio vita), lo scorso anno il ‘premio professionalità’ e quest’anno? Cavolo quest’anno il regalo è la cifra tonda: compio 40 anni!

Scrivo questo post allo scoccare della mezzanotte mentre sono stanca e sfatta per l’ultima giornata di lavoro vissuta all’insegna dell’ansia da ‘chiudi un mese, chiudi un mese, chiudi un mese’, agitata per la partenza di lunedì ‘parti per Santiago, parti per Santiago, parti per Santiago’, ma ancor prima perché stasera festeggerò i miei 40 #allabuona.

‘Ma scusa, un traguardo così a cifra tonda, va festeggiato alla grande e non alla buona!’

.. ma che scherzi????

Alla buona non per accontentarmi, ma alla buona cioè in semplicità;
alla buona perché è molto meglio esserci tutti davanti a una salamella e a una birra 🙂
alla buona senza il timore di ‘non essere all’altezza’ perché comunque sarai vestito andrà bene così perché il valore sei tu non quello che indossi (Ok, non sempre Damiano :-P)
alla buona, perché le persone a cui voglio bene ci saranno e le ringrazio fin da ora;
alla buona, come a volte è il mio modo di essere;
alla buona perché hai 40 anni, ma non te li senti per nulla;
alla buona perché è il modo con cui voglio affrontare questo periodo in cui mi sento sospesa tra un passato definitivamente chiuso e un futuro tutto da scrivere… sì come quando avevi 20 anni e dovevi ancora costruire tutto… ma ne hai 40 (figo no?) Hai nuove consapevolezze e la voglia di accettare nuovamente questa sfida: ce la farò? Cosa farò da grande?
Io credo che, alla buona, sarà solo una fantastica scoperta… credo!

Tanti auguri alla Rosa che pretende sempre e che deve ancora imparare a fare pace con se stessa dalla Rosa alla buona che ogni giorno e sempre più guadagna spazio, vita e respiro… e auguri anche alla Rosa che oggi ha 40 anni, ma non li dimostra… vero? 😛

Shares