Shares

Che io e l’amico Pinterest abbiamo un feeling speciale credo ci sia ormai capito. Questa settimana ne ho avuto un’ennesima conferma quando ho cercato di capire meglio il funzionamento di un nuovo tipo di Rich Pins, ovvero gli Article pins.

Se infatti l’esperimento con i Place pins mi ha portato a creare la nuova bacheca ‘italian Top social media manager’, l’esperimento con gli article pins ho capito di averlo già realizzato un anno fa. Ma com’è possibile se sono una novità? Andiamo con ordine e ti spiego tutto.

Cosa sono gli article pins?

article pinsGli article pins fanno parte di una delle diverse categorie di Rich Pins creati da Pinterest. Pinterst lo spiega con estrema facilità: ‘Article pins: help Pinners create their reading lists.‘ Sono delle immagini, dei pin, che ti aiutano a creare la tua  ‘lista da leggere’ che in gergo giornalistico definiamo la ‘rassegna stampa’.
‘Article Pins include headline, author, and story description, helping pinners find and save stories that matter to them.’ Si tratta quindi di permettere a Pinterest di riconoscere quell’immagine come collegata a un articolo e di trascinare con sé anche parte dell’articolo. In pratica, trasforma e permetti alle immagini che inserisci nel tuo blog di parlare del tuo post. In questo modo quando qualcuno pinnerà un’immagine proveniente dal tuo post, il pin oltre a linkare al tuo articolo, presenterà una preview delle prime righe che lo compongono. (nell’immagine come compare l’article pin in bacheca: 1.immagne; 2.sito di provenienza; 3.titolo post; 4.descrizione del pin che inserisco io; 5.altro remin per il sito di rpovenienza.)

Come trasformare le immagini in article pins?

Pochi step e il gioco è fatto:

  • richiedi o a Pinterest a questo link il codice univoco da inserire nel tuo blog (fai scorrere le diverse tipologie di Rich pins e seleziona il codice corretto).
  • Una volta inserito questo codice dovrai attendere l’attivazione da parte di Pinterest
  • Quando ti arriverà la conferma sia i vecchi pins correttamente linkati, sia i nuovi pn che aggiungerai avranno le caratteristiche prima descritte.
  • Fai attenzione: per fare un buon lavoro, il sito in cui attivi gli article pins deve essere verificato e collegato al tuo account. In questo modo quando pinni comparirà anche l’icona del tuo blog. Per certificare e verificare il sito entra in ‘modifica account’, inserisci l’URL del tuo sito. Ti sarà inviato un codice da inserire nel tuo blog e ti arriverà conferma dell’avvenuta verifica. (nell’immagine, come compare il pin quando lo si apre: 1.immagine; 2.invito a visitare il sito di provenienza; 3.titolo post; 4.sito con icona corretta perchè è certificato; 5.testo del post che compare in automatico; 6.altro remind per il sito di provenienza)

article pins 2
Quale utilizzo per gli article pins?

Quando ho letto degli article pins ho pensato che Pinterest avesse esaudito un mio desiderio o creando una soluzione su misura. Nei post ‘Blogger mi fai pinnare come si deve’ e ‘la tua rassegna? Su pinterest’ avevo infatti parlato di come siano fondamentali le immagini di un post ottimizzate e come Pinterest fosse luogo ideale per raccogliere e archiviare articoli d’interesse. In effetti la mia board è suddivisa proprio seguendo questa teoria dell’archivio organizzato. Ora, avendo attivato gli article pins, mi ritrovo con gli articoli linkati compresi di testo e nome del sito dal quale sono stati pinnati. Meraviglioso!

Non sottovalutare questa opzione perchè l’invito a visitare il sito di provenienza, come puoi ben vedere, è sempre più massiccio e, io stessa, noto che il traffico in arrivo da Pinterest è aumentato.Quindi, cosa aspetti a richiedere l’attivazione?

 

photo credit: mkhmarketing via photopin

Shares