Shares

A me halloween proprio non piace, lo ammetto… eh no, il fatto che io sia credente non c’entra proprio nulla, così come non mi interessa la storia che sia o meno una festa americana e quindi ‘non degna’ di essere inserita nelle nostre tradizioni (che poi è celtica, tramandata in America quindi…). Però nulla, non c’è proprio niente da fare: a me halloween proprio non piace.

Semplicemente non amo il concetto di paura, di terrore, di morte.. all’orrore da festeggiare, osannare, dissacrare, preferisco la gioia, la pace, la serenità!
Non ho mai visto un film horror, il mio livello massimo l’ho raggiunto con Shining (visto tutto, ma dopo 5 volte… nel senso che ogni volta ne vedevo un pezzo, poi le mani sulla faccia e la testa sotto la coperta non mi facevano vedere il resto).
Quando ero alle superiori ho visto Twin Peaks, già, chi alla mia età non lo ha visto? Eri una sfigata allora se non vedevi Twin Peaks, o se non compravi il diario di Laura Palmer! Peccato che Bob, ai piedi del MIO letto, me lo sono sognata per un anno intero, così come per alcuni mesi non ho voluto andare nel garage di casa perché la poca luce e i due pini mi facevano ricordare i boschi di quel telefilm.No, a me halloween proprio non piace!

Fin da piccola ho sempre odiato i pagliacci, quelli con la maschera di gomma, quelli che non sai chi ti sta salutando ma ti saluta e ride perché non lo riconosci. Odio Ronald McDonald: mi mette ansia.Avevo 4 anni quando all’oratorio del mio paese, per carnevale, era stata organizzata una festa in maschera con uno spettacolo teatrale.
Io ero vestita da ‘contadinella russa’. Come? Che cavolo di vestito è? Non ridere! ok ok… non so che vestito fosse quello da ‘contadinella russa’, ma una gonna rossa a ruota con alcuni fili colorati attaccati in vita e un tamburello in mano per mia mamma significava avermi vestito così…
Mentre ci avvicinavamo all’entrata del teatro, è venuto verso di me un ragazzo travestito da fantasma dell’opera. Lui era sui trampoli, con un mantello nero, viso coperto da maschera bianca di gomma e con quella voce tipo ‘sono tornato dall’aldilà’ mi ha semplicemente detto ‘…ciao Rosa bella…’.
Questo è bastato per farmi scoppiare a piangere e a non dormire per 2 giorni. Ancora oggi, se mi si avvicina un trampoliere scappo, sì, ancora ora che ho 41 anni, sì anche se è durante una parata di festa!

Inutile, Halloween proprio non mi piace: la vista del sangue (anche finto) mi fa girare la testa (ogni volta che faccio gli esami è un dramma); ai diavoli preferisco di gran lunga gli angeli (e sinceramente, a uno zombie mascherato puzzolente e insanguinato, io preferire di gran lunga un angelo come quello della foto… sbaglio? 🙂 ); penso che piuttosto che ridere di qualcuno perché viene fatto spaventare da qualcosa, sia meglio ridere con qualcuno; credo sia meglio guardare negli occhi una persona piuttosto che parlare ad una maschera.

Non prendetevela quindi se farò la parte della zia vecchia che puzza di naftalina, se non aprirò a nessuno e se non mi sono sentita in dovere di prepararmi a questa serata.
Io la passerò a modo mio: con un bel dolcetto (senza scherzetto), con una bella serie TV e aspettando domani, che sarà sì una giornata da festeggiare. Domani festeggeremo tutti i Santi (tutti!)una festa che profuma di paradiso, piena di Luce e non di ombre o oscurità.

Shares