Shares

L’arte è una passione, è espressione. L’arte è modo di essere a volte estremo. Definirei così Vittorio Sgarbi: grande esperto d’arte che sappiamo essere anche personaggio televisivo spesso discusso per i suoi toni accessi e provocatori.

Credo che stia alla capacità e all’intelligenza di ognuno saper discernere persona da personaggio e personalmente, toni accesi o aggressivi non mi piacciono (in qualsiasi contesto). Ho però sempre seguito con grande ammirazione Vittorio Sgarbi per la capacità di sapermi ipnotizzare e affascinare quando parlava d’arte. Non so se ti è mai capitato di ascoltarlo: riesce a farti fare un viaggio ‘all’interno’ dell’opera descritta che tocca veramente ogni senso, a 360°. Spesso mi è capitato di chiudere gli occhi e immaginarmi immersa nell’opera che stava raccontando.

Vittorio Sgarbi

Una sera cercando account che parlassero d’arte mi sono imbattuta in #140art. Pochi clic e sono arrivata al profilo Twitter di Vittorio Sgarbi. L’idea mi è sembrata subito geniale: raccontare un artista e le sue opere con tweet numerati che permettano di riceverne, seppur sinteticamente, le notizie fondamentali.

Il progetto si intitola da Giotto a Picasso, la storia dell’arte in 140 tweet’ e, ad oggi, gli artisti raccontati sono stati: Giotto, Masaccio, Piero della Francesca, Cosme Turà, Andrea Mantegna, Leonardo Da Vinci, Albrecht Dürer, Michelangelo, Raffaello.
Qui puoi leggere lo storify che sintetizza le tweet-lezioni di Vittorio Sgarbi svolte fno a oggi.

Vittorio Sgarbi 3

L’ultima lezione di #140art risale alla fine dicembre e l’artista raccontato è stato Raffaello. Vittorio Sgarbi ha annunciato che a breve sarebbe tornato. Io resto in attesa perché tra i diversi modi di utilizzare Twitter, credo questo sia uno dei più creativi e intelligenti. Mettere insieme arte, tecnologia è una sfida, se poi lo si fa in 140 caratteri lo è ancora di più e questa intuizione è propria della gente #genia (chi ci aveva pensato?).

Vittorio Sgarbi 4

(…poi lui ti saluta così, e quello che ha scatenato in me è stata una risata che mi ha rallegrato la giornata… capra! 🙂 )

Shares