"Il futuro è semplice, è la gente che è troppo complicata..."
L’anonimato, fuori e dentro i social, non è mai né onesto né sincero

Il fenomeno Sarahah: insulti anonimi mascherati da ‘onesti feedback’ e la recente scoperta che chi ha installato questa App, ha regalato dati dei propri contatti (email e telefono) a questa azienda. Tutto questo mi ha portato a qualche riflessione perché l’anonimato, fuori o dentro i social, per me non può essere mai né onesto, né sincero.

‘Io, dei social, non ci capisco niente’

Il primo passo di questa nuova consapevolezza parte proprio da qui: da una social education che prima di essere regolamentata da terzi o da una piattaforma è personale perché se la norma è un diritto, la buona social-educazione è, a mio avviso, un dovere.

Italiani: popolo di eroi, poeti, navigatori (e di ‘social drogati’)

Potremmo dire, senza offendere nessuno, che nella ricerca in internazionale condotta da Gfk gli italiani sono risultati ai primi posti in Europa come ‘social drogati’. Un termine ovviamente non usato all’Istituto che ha però definito il popolo italiano come ‘dipendente dalla tecnologia e dai social’. Ai primi posti? Non i giovani ma i trentenni e i quarantenni… ce ne rendiamo conto?

‘Bella’ la nuova legge contro il cyberbullismo… basterà?

Il 18 giugno è entrata in vigore la Legge contro il cyberbullismo n°71, approvata il 29 maggio 2017: ‘Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo’. Basterà una legge che appare fin troppo teorica e poco concreta? E sul fronte degli adulti e dell’ignoranza digitale come ci comportiamo?

Mister Google non ti chiama e Google My Business è gratis! (occhio alle truffe)

Ci risiamo, è accaduto di nuovo, ma ora voglio proprio raccontare cos’è successo perché ormai per me la crociata contro i fuffari digitali (di cui ti ho introdotto la figura in questo post) che cercano piccoli imprenditori e negozianti da ‘spennare’ è diventata una sorta di priorità.
Come sempre andiamo per gradi.

Salvati dai gruppi! Impara a usare le liste broadcast su WhatsApp

Esiste una possibilità per salvarti dalla rottura di scatole dei famigerati gruppi: no, non devi spegnere lo smartphone 🙂 ma usare le liste broadcast su WhatsApp.

Impara la Social Education con i miei consigli (scarica le schede)

La Social Education è l’educazione necessaria (ad adulti e regazzi) per abitare in modo sicuro, felice e senza rischi, l’ambiente dei social network. In questa pagina trovi i miei consigli con schede (scaricabili) e approfondimenti che ogni settimana pubblico qui sul mio blog o sulla mia pagina di Facebook.
Impara la Social Education e prendi tutto il bello che l’ambiente online ti può regalare: tutto il resto, impariamo a evitarlo insieme.

1 2 3