"Il futuro è semplice, è la gente che è troppo complicata..."
Mister Google non ti chiama e Google My Business è gratis! (occhio alle truffe)

Ci risiamo, è accaduto di nuovo, ma ora voglio proprio raccontare cos’è successo perché ormai per me la crociata contro i fuffari digitali (di cui ti ho introdotto la figura in questo post) che cercano piccoli imprenditori e negozianti da ‘spennare’ è diventata una sorta di priorità.
Come sempre andiamo per gradi.

Come scrivere una Social Media Policy efficace

La #socialEducation impone di seguire regole di bon ton digitale che aiutano tutti gli utenti a vivere meglio l’ambiente dei social network: la Social Media Policy diventa così il documento principe essenziale senza il quale è impossibile pensare di gestire serenamente un gruppo o una community.

Il manuale di sopravvivenza per le PMI (ebook scaricabile)

Torno nuovamente sul tema dell’importanza della cultura digitale nelle imprese grazie agli spunti che l’ebook scaricabile di SAS Italy mi ha dato: un vero manuale di sopravvivenza per le PMI che ti permetterà di riflettere e attivarti negli step base per tornare a competere.

Come ti smaschero il fuffaro digitale (storia vera)

Scrivo questo post mentre sto vivendo concretamente un’esperienza con un fuffaro digitale a livello master, sperando che possa essere utile, in futuro, magari anche a te che stai leggendo.

C’è bisogno di CXO e non solo di CEO (elogio alla percezione)

Da CEO a CXO, oggi per poter guidare la trasformazione nei modelli di business è necessaria una nuova figura aziendale che abbia grande sensibilità e sappia percepire, unire il sentore dell’azienda, i prodotti/servizi che propone, al cliente. Oggi c’è bisogno di Manager dell’esperienza.

Il segreto del successo di Mark Zuckerberg? L’uomo al centro del business

Il segreto del successo di Mark Zuckerberg? La cultura dell’errore come processo aziendale e collettivo. In pratica, da soli, non si va da nessuna parte! (Sciur Bianchi … se lo dice Mark…)

Dipendenti e felici, tra tempo indeterminato e flessibilità

La scorsa settimana ho partecipato a un evento a Milano organizzato da Adecco in cui sono stati presentati i risultati di una ricerca commissionata a Community Media Research dal titolo ‘Gli italiani e il lavoro a tempo indeterminato, tra miti desideri’. Da ex-dipendente, passata a essere imprenditrice, poi ancora dipendente e infine nuovamente consulente, il tema dell’assunzione che si incrocia con la possibilità di crescita personale, sviluppo delle proprie competenze, meritocrazia da sempre mi tocca e coinvolge per questo credo che ci sia ancora molto da fare, non credi?

1 2 3 4 5