Shares

Esiste una possibilità per salvarti dalla rottura di scatole dei famigerati gruppi:  no, non devi spegnere lo smartphone 🙂 ma usare le liste broadcast su WhatsApp.

Di quanto io non riesco a sopportare i gruppi, o meglio, chi li usa male te ne ho già parlato QUI dandoti anche qualche consiglio per usare l’opzione gruppi su WhatsApp in modo corretto, efficace e secondo le buone regole di #SocialEducation.
Nel frattempo, siccome Mark non riesce mai a stare fermo, ci siamo ritrovati tra le mani tante nuove implementazioni. Tra queste, certamente la più utile è la possibilità di creare e gestire liste broadcast su WhatsApp che, di fatto, divengono per alcuni aspetti delle vere e proprie alternative ai gruppi (e ti salvano dall’invadenza di alcuni utenti).

Liste broadcast su WhatsApp: cosa sono?

Dunque, il concetto è davvero molto semplice: al posto che creare un gruppo in cui di fatto obblighi qualcuno (che spesso non preavvisi nemmeno) a essere inserito in un calderone in cui ogni membro può vedere i numeri di telefono degli altri utenti e tutti ricevono notifiche (inutili) da parte di tutti, puoi creare una semplice lista alla quale tu invierai lo stesso messaggio con un solo invio.
La creazione di liste broadcast su WhatsApp non genera nessuna notifica all’utente che viene inserito: se io creo la mia lista, sul mio cellulare e inserisco 100 persone, nessuno riceverà un messaggio tipo ‘Rosa ti ha inserito nella lista X’. In pratica è come se stessi organizzando i miei contatti in modo personale secondo criteri personali che possono essere ad esempio ‘squadra di calcio’ oppure ‘genitori scuola’.

Una volta creata la lista, mi basterà creare e inviare il messaggio.
Gli utenti che ho deciso di inserire in questa lista riceveranno un messaggio e lo visualizzeranno come se fosse stato inviato a loro direttamente.
Gli utenti, se lo desiderano ovviamente potranno rispondere così come solitamente fanno per i messaggi WhatsApp.

Step veloci per creare e gestire le tue liste broadcast su WhatsApp

Per comprendere ancora meglio i passaggi necessari (credimi è più lunga spiegare che fare) ho fatto qualche screenshot così da guidarti passo dopo passo nella creazione delle tue liste broadcast su WhatsApp.

1) Apri WhatsApp, seleziona i tre pallini in alto a destra e clicca la voce ‘nuovo broadcast’

Liste broadcast su WhatsApp 1

2) Seleziona ora le persone che vuoi inserire in lista (ti basterà selezionare col dito la foto del contatto)

Liste broadcast su WhatsApp 3

3) Hai creato la tua lista che attualmente ha tre destinatari (che possono sempre essere modificati, eliminati o aggiunti) e un messaggio ci ricorda inoltre che anche le liste broadcast su WhatsApp sono protette dalla crittografia end-to-end (l’app, in teoria, non può leggere il contenuto del messaggio… ma ne parleremo magari in altri post). A questo punto puoi inviare il tuo messaggio: lo scrivi una volta e arriva a tutti.

Liste broadcast su WhatsApp 4

4) Per modificare la tua lista seleziona ‘info lista broadcat’. Per cambiare il nome dandone uno specifico, clicca il simbolo matita; per aggiungere invece altri utenti seleziona il simbolo in alto a destra (omino con +).

Liste broadcast su WhatsApp 5

 

5) Il risultato finale sarà questo: la tua lista comparirà nell’elenco delle tue chat con un simbolo specifico.

Perché usare e perché non usare le liste broadcast su WhatsApp

Usa le liste broadcast su WhatsApp se:

  • devi inviare lo stesso messaggio a tante persone, ad esempio un appuntamento per allenamenti, un avviso scolastico e non è necessario rispondere
  • vuoi che le persone rispondano solo a te
  • hai un’attività e, dopo aver avuto il consenso dei clienti, vuoi inviare offerte speciali (ti ricordo che la condizione necessaria per inviare un messaggio attraverso le liste broadcast su WhatsApp è che l’utente abbia installato WhatsApp…). In questo senso diventano un ottimo modo per evitare gli SMS
  • non hai il consenso delle persone al trattamento dati e, in modo più specifico, l’ok per essere inserite in un gruppo
  • non serve che gli utenti interagiscano tra di loro
  • vuoi evitare di coinvolgere le persone rischiando di far ricevere notifiche inutili

Non usare le liste broadcast su WhatsApp se:

  • devi inviare un messaggio personalizzato con nome
  • gli utenti devono interagire anche tra di loro

Le liste broadcast su WhatsApp a mio avviso sono una gran bella invenzione, soprattutto in ottica di Social Education.
Certo, il punto fermo è sempre la consapevolezza e l’educazione personale che ti permette di scegliere le soluzioni corrette per comunicare, ma su questo, ci stiamo lavorando… o no? 😉


Sei interessato al tema della Social Education? A corsi su Social Network , Cultura Digitale, rischi e pericoli della Rete a Como o nella tua zona? 

  1. Clicca QUI e visita questa pagina: trovi tutti i miei consigli (schede scaricabili) e tanti approfondimenti utili per chiunque voglia usare i social network serenamente e in sicurezza.
  2. Iscriviti alla newsletter nel box qui a lato (no spam e solo ogni tanto info utili!)
  3. Tieni sotto controllo il calendario eventi QUI che è pubblico e sempre aggiornato
  4. Per info specifiche…
Contattami subito

 

Ph cover: thanks Shutterstock

Shares