"Il futuro è semplice, è la gente che è troppo complicata..."
Un video grottesco promozionale di una filiale Intesa San Paolo di Castiglione diventa virale. Una direttrice, Katia, viene sotterrata di giudizi dalla Rete a causa di questo video. Gli adulti cyber bulli si scatenano. Passa poco tempo e si scopre che quel video doveva rimanere privato ad uso interno per un contest e che qualcuno l'ha condiviso creando un danno d'immagine all'azienda e al team (Katia in primis) e ora?
La cultura digitale passa anche dalla sicurezza dei propri dati e file. Ho provato la soluzione cloud di Register.it e l'ho trovata comoda, utile e efficace
Il fenomeno Sarahah: insulti anonimi mascherati da 'onesti feedback' e la recente scoperta che chi ha installato questa App, ha regalato dati dei propri contatti (email e telefono) a questa azienda. Tutto questo mi ha portato a qualche riflessione perché l'anonimato, fuori o dentro i social, per me non può essere mai né onesto, né sincero.
Si chiama Linkedin Website Demographics e, secondo le parole di Taylor Greason, Product Management di LinkedIn, promette di restituire a tutti gli utenti della piattaforma un dato molto importante: la propria ‘Professional Audiences’, le persone e soprattutto i profili professionali che visitano il tuo sito.
La news di oggi è questa, sembra proprio che siamo arrivati alla svolta: in Italia Instagram batte Facebook nelle preferenze di utilizzo.